Sintomi Attacchi di Panico: Come Scoprirli

Se ti è accaduto sai di cosa sto parlando, ma se fai parte di quelle persone che non sanno cosa sia un attacco di panico allora faresti meglio a leggere con attenzione quali sono i sintomi, in modo da saperlo interpretare se mai dovesse accaderti, anche perché le prime volte fa molta paura.

L’attacco di panico si presenta spesso come una tachicardia improvvisa o una mancanza di respiro che raggiunge l’apice nel giro di dieci – quindici di minuti, lo sviluppo dura circa trenta minuti ed è talmente forte e improvviso che la paura di morire è assolutamente reale.

Ti prende da dentro e si sviluppa sempre di più, il cuore ti batte talmente forte che molti riferiscono di averlo addirittura potuto “sentire” con le orecchie, il respiro ti diventa affannato, e a volte chi è in preda all’attacco va in apnea, quindi smette di respirare, o non ci riesce proprio, il sudore e i brividi condiscono il tutto e spesso la sensazione di svenire e il dolore toracico sono così evidenti che la prima reazione che potresti avere è quella di chiamare il pronto intervento e l’ambulanza proprio perché temi un attacco cardiaco, ma la maggioranza dei pazienti dopo tutti i vari accertamenti non risultano avere un problema cardiaco.

Sintomi Attacchi di Panico

Anche il senso di soffocamento è una condizione irreale, se stai avendo un attacco di panico inizi a respirare più velocemente entrando in iperventilazione e quindi crei uno squilibrio tra la miscela di ossigeno e anidride carbonica nel sangue che dà quel senso di vertigini e giramenti di testa.

A tutto questo seguono la nausea, gli arrossamenti della pelle, crampi, debolezza, sensazione di soffocamento, difficoltà nel deglutire e mal di testa.

Quando l’attacco di panico finisce ti senti stanco e sfiancato, alcuni hanno degli attacchi che durano ore o addirittura giorni, sono piuttosto rari, ma la sensazione peggiore che ti può rimanere addosso è il terrore di averne altri e in questo modo rischi di innescare una sorta di circolo vizioso, di ‘paura della paura‘.

Chi si ritrova in questa spirale tende a voler controllare l’attacco di panico e lo fa evitando quelle situazioni cosiddette “a rischio”, come andare in auto, in ascensore, in metropolitana, in luoghi affollati…. E questo non farà altro che aumentare il senso di paura.

L’attacco di panico diventa condizionante per la vita al punto che si innesca la paura di lasciare la “zona sicura”, che di solito è la propria casa e si entra in quel limbo apparente di tranquillità che pian piano si trasforma in agorafobia (paura degli spazi aperti) e nella paura di non sentirsi protetti se non in casa.

Sostanzialmente quando hai un attacco di panico il tuo cervello ti inganna, nonostante tutti i pensieri siano così reali, è il cervello che ti fa credere di essere, in qualche modo, in una situazione di pericolo.

Sintomi Attacchi di Panico: Come Scoprirliultima modifica: 2016-01-02T10:28:14+00:00da antoniopoliticoach

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *